Newsletter

 

Durante il progetto  verranno testati una serie di indicatori tradizionali e innovativi di gestione forestale per verificare la sostenibilità delle diverse opzioni gestionali per i boschi cedui.

L’utilizzo di indicatori tradizionali è giustificato dalla necessità di a) ottenere dai comparabili con informazioni a scala nazionale e internazionale ; b) dimostrare che i criteri di gestione forestale sostenibile e gli indicatori possono essere applicabili anche a scala locale, in tal modo promuovendo la loro applicabilità e trasferibilità a scala gestionale.

L’utilizzo di indicatori innovativi è giustificato dalla necessità di integrare una serie di informazioni di carattere generale (esempio composizione specifica) con informazioni di più alto livello di dettaglio (esempio: composizione specifica a livello delle specie erbacee, licheni, funghi, uccelli e) e che siano quindi più idonei considerando la scala del progetto (gli indicatori verranno prodotti per ciascun plot del progetto).
Gli indicatori tradizionali di gestione sostenibile sono normalmente desumibili da statistiche nazionali, ma la loro applicabilità a livello di distretto forestale è generalmente ridotta. Il progetto permetterà pertanto di valutare quali indicatori di gestione forestale sostenbile meglio si adattino a scala locale, e permettano una valutazione efficace dell’impatto delle differenti opzioni gestionali.

 

 

1 - Rafforzamento del contributo delle foreste al ciclo globale del carbonio

Questo criterio promuove la gestione sostenibile tramite una serie di azioni volte a migliorare il contributo delle foreste al ciclo del carbonio. La valutazione delle diverse opzioni gestionali viene operata secondo i seguenti indicatori.

Indicatori tradizionali
Indicatori innovativi
Accrescimento Biomassa epigea complessiva
Età e distribuzione diametrica Efficienza di accrescimento
Stock di carbonio  

 

 

2 - Mantenimento della salute e vitalità degli ecosistemi forestali

Vari fattori biotici ed abiotici influiscono sullo stato di salute e vitalità degli ecosistemi forestali e possono quindi rivestire un ruolo importante sulla capacità di adattamento ai disturbi ambientali delle foreste. Questo criterio mira a quantificare l’effetto di tali fattori sullo stato di salute delle foreste attraverso i seguenti indicatori:

 Indicatori tradizionali Indicatori innovativi
Deposizione di inquinanti atmosferici Accrescimento arboreo
Condizione del suolo Tasso di mortalità
Defogliazione Fluorescenza della clorofilla a
Danni forestali Contenuto di clorofilla
  Tratti anatomici fogliari

 

 

3 - Funzioni produttive nella gestione forestale (prodotti legnosi  e non legnosi)

Questo criterio afferisce ad alcuni aspetti di utilità socio-economica svolta dalle foreste e riflette la necessità di valorizzare una serie di prodotti e servizi economici, rendendo tali prodotti fruibili nel tempo alle generazioni future. Gli indicatori utilizzati sono:

Indicatori tradizionali Indicatori innovativi
Incrementi e prelievi legnosi  Incrementi e prelievi a livello di sito
Legna da opera  Incremento di volume legnoso
Prodotti non-legnosi Produzione di funghi eduli

 

 

4 - Diversità biologica negli ecosistemi forestali

La sostenibilità della gestione forestale deve essere compatibile con la conservazione della diversità biologica. Questo criterio mira a quantificare la varietà di forme viventi presenti in un ecosistema forestale, valutare il loro ruolo funzionale e il contributo alla diversità complessiva del sistema, valutando l’effetto delle varie opzioni gestionali sulla diversità biologica.

Indicatori tradizionali Indicatori innovativi
Composizione arborea specifica Diversità specifica superiore
Specie arboree introdotte Licheni epifitici
Legno morto Organismi fungini
Specie minacciate Uccelli nidificanti forestali

 

 

5 - Mantenimento e appropriato miglioramento delle funzioni protettive nella gestione forestale

Questo criterio descrive le funzionalità protettive attribuibili alle foreste. Tali funzioni comprendono la prevenzione e mitigazione del rischio di erosione e di perdita di suolo, il mantenimento di risorse idriche potabili, la stabilizzazione dei versanti e il consolidamento delle dune, la riduzione dell’inquinamento acustico. Le foreste hanno anche un ruolo preminente nella tutela delle infrastrutture antropiche dai rischi di valanghe, frane, smottamenti e la tutela dai rischi di incendi, allagamenti etc.

Indicatori tradizionali Indicatori innovativi
Dato il carattere del criterio, in questa azione non sono previsti indicatori tradizionali, in quanto non applicabili a scala locale Copertura del soprassuolo
Copertura della rinnovazione
Spessore della lettiera
Copertura delle briofite
 Ritenzione idrica

 

 

6 - Mantenimento delle altre funzioni e delle condizioni socio-economiche

Il criterio descrive le funzionalità socio-economiche delle foreste, ivi comprensive degli aspetti produttivi ma anche estetici, culturali e ricreazionali.

Indicatori tradizionali Indicatori innovativi
Contributo del settore forestale al PIL Forza lavoro impiegata nel settore forestale
Ricavi netti Commerci di legname
  Energia dalle risorse legnose
  Accessibilità per fini ricreativi