Newsletter

Esperti italiani e stranieri a confronto sulle strategie di gestione dei boschi cedui nel sud Europa a fronte dei cambiamenti climatici

FFC convegno finaleValutare la sostenibilità delle diverse modalità di gestione dei boschi cedui è stato l’obiettivo del progetto Life FutureForCoppiceS, coordinato dal CREA con il suo Centro di ricerca Foreste e Legno in collaborazione con Fondazione Edmund Mach, Università degli Studi di Firenze, Università degli Studi di Sassari, Agenzia Forestas e Ente Terre regionali toscane. I risultati del progetto sono stati presentati al workshop finale “Gestione sostenibile dei boschi cedui: indicazioni per il futuro dall’eredità di prove sperimentali” che ha riscosso un notevole successo con oltre 140 partecipanti.

Open Day a Gavoi 14 03 2019Il 14 marzo a Nuoro e Gavoi si svolgerà una giornata aperta al pubblico per un confronto aperto su ambiente, ricerca e cinema in cui studenti, esperti di settore e liberi cittadini, saranno coinvolti in differenti attività interattive per ragionare insieme sul tema della gestione sostenibile del bosco.

L’open day, realizzato all’interno del progetto LIFE - Future for Coppices, ha l’obiettivo di sensibilizzare e informare i partecipanti sulla gestione forestale sostenibile dei boschi ex cedui nell’Europa meridionale.

evento finaleIl workshop internazionale “Gestione sostenibile dei boschi cedui: indicazioni per il futuro dall’eredità di prove sperimentali” si svolgerà venerdì 22 marzo, ad Arezzo presso il Centro Congressi dell’Hotel Minerva, via Fiorentina 4. Sarà l’occasione per presentare i risultati dei tre anni di attività del Progetto LIFE FutureForCoppices, in un clima di confronto sulle tematiche della GFS e con le indicazioni scaturite anche da altre iniziative nazionali ed europee (COST Eurocoppice; FOREST EUROPE), al fine di rafforzare le conoscenze sulla gestione sostenibile dei boschi di origine agamica di fronte agli attuali e futuri cambiamenti e in risposta ai tre obiettivi della Strategia Forestale Europea per il 2020.

Evento finaleL’evento che rappresenterà l’atto conclusivo del progetto LIFE FutureForCoppiceS, sarà il workshop “Gestione sostenibile dei boschi cedui: indicazioni per il futuro dall'eredità di prove sperimentali” che si svolgerà ad Arezzo venerdì 22 marzo (nel corso della mattinata).
Durante il workshop i rappresentanti delle istituzioni e organizzazioni coinvolte presenteranno i risultati ottenuti dopo 3 anni di attività. Parteciperanno, tra gli altri: GERO BECKER, Chair dell’Azione COST EuroCoppice, Università Albert-Ludwigs di Friburgo e RASTISLAV RAŠI della Liaison Unit Forest Europe di Bratislava.

nl13 Open day Febbraio 2019 pIl progetto Life FutureForCoppiceS è ormai prossimo alla conclusione.

Durante il mese di febbraio, nell'ambito delle azioni di disseminazione, si terranno tre Open day nei territori dove sono presenti le aree toscane oggetto di studio. Durante questi incontri  verranno presentate le principali attività svolte ed i risultati raggiunti dal progetto. Gli Open day saranno anche l’occasione per i rappresentanti degli Enti Territoriali coinvolti (Unione di Comuni Montana Colline Metallifere, Unione Comuni Montani del Casentino, Unione montana dei Comuni della Valtiberina Toscana, Unione Montana Alta Val di Cecina), di far conoscere specifici  lavori legati ai propri territori.

nl12 n1 F4C DatabaseSi è conclusa la realizzazione del database del progetto LIFE FutureForCoppiceS. Il progetto costruito su una rete di aree di ricerca permanenti realizzate a partire dalla fine degli anni '60 dal CREA - Centro di ricerca Foreste e Legno (allora Istituto sperimentale per la selvicoltura), si prefigge di dimostrare, post-hoc e con dati reali, come le principali opzioni di gestione (ceduo a regime, conversione a alto fusto e evoluzione naturale) abbiano favorito o limitato i differenti aspetti della gestione forestale sostenibile (GFS) in boschi di origine agamica. Obiettivo è migliorare le conoscenze di base per mettere a punto forme di gestione dei boschi di origine agamica, largamente diffusi nell'Europa meridionale, che accrescano la loro sostenibilità e la loro resilienza a fronte del mutato quadro ambientale.

nl12 n2 Congr SelvicolturaSi è svolto a Torino dal 5 al 9 novembre 2018 il IV Congresso Nazionale di Selvicoltura: “Il bosco: bene indispensabile per un presente vivibile e un futuro possibile”. L’evento, organizzato dall’Accademia Italiana di Scienze Forestali con la collaborazione della Regione Piemonte, dell’Università degli Studi di Torino e l’adesione delle più importanti istituzioni accademiche e scientifiche italiane, del mondo ambientalista e naturalista, delle principali organizzazioni professionali e del settore produttivo e industriale, ha visto la partecipazione di oltre 600 ricercatori, tecnici, professionisti, amministratori e politici che si occupano di foreste e dell’ambiente.

nl12 n3 DBSi è tenuto il 29 ottobre 2018, presso la Sala Maggiore del Palazzo Comunale di Pistoia, si è svolto il laboratorio tecnico #DestinazioneBosco – La valorizzazione delle risorse forestali, evento in collaborazione con ANCI Toscana, Regione Toscana, Comune di Pistoia e l’Accademia dei Georgofili. Durante l’incontro esperti, amministratori e portatori d’interesse hanno avuto l’occasione di approfondire le opportunità e le criticità della nuova normativa forestale e sviluppare modelli di valorizzazione delle foreste toscane.

nl12 n4 EFIIl giorno 26 settembre, ad Alghero, LIFE FutureForCoppiceS ha preso parte all’Annual Conferenze dell’European Forest Institute (EFI) attraverso il side event sulle attività del progetto “The future of Mediterranean forests deriving from coppicing: the contribution of LIFE FutureForCoppiceS”.

nl12 n5 ICPSi è tenuta a Riga, nei giorni 21-23 maggio 2018, la 7a Conferenza Scientifica ICP-Forests “European forests in a changing environment – air pollution, climate change and forest management”.

La rete ICP Forests monitora, dal 1985, le condizioni delle foreste e i cambiamenti ambientali in tutta Europa ed i dati raccolti sono utilizzati da un gran numero di ricercatori. Durante la conferenza, incentrata sulla possibilità di mitigare le conseguenze dei cambiamenti ambientali selezionando specie arboree adatte e utilizzando metodi selvicolturali appropriati, Giada Bertini (CREA Centro di ricerca Foreste e Legno) ha presentato un poster sulle attività del progetto ed alcuni risultati preliminari.